giovedì 29 aprile 2010

pennino militante: ginevra ballati




illustrazione ginevra ballati


si risveglia in primavera
dopo un anno acquattato in un cassetto

4 commenti:

  1. è un pò scontato farti i complimenti, ma come esimersi?

    RispondiElimina
  2. grazie. bello l'assortimento sulla solitudine.. una domanda: il povero sventrato che hai come header di chi è?

    RispondiElimina
  3. è amputation di Odd Nerdrum
    http://www.nerdrum.com/
    mentre assemblavo i lavori x la solitudine mi domandavo se la sequenza poteva stonare per accoppiamenti inopportuni... (ci mancava questa ossessione) poi ho pensato che in fondo proprio quella promiscuità è una delle cose interessanti nel vedere quella sfilza di 30 quadri, giusto? (dì di si!)

    RispondiElimina
  4. ah di nerdrum, non lo avrei detto.
    sì, tornando al discorso dell' altra volta direi che dal caos spuntano spesso fuori idee e legami insospettabili. l'ideale giusto mezzo tra casualità assoluta e cerebralismo compulsivo è uno dei pilastri della perfezione.

    RispondiElimina